Foto e descrizione del fungo di lepre (Gyroporus castaneus)

Fungo lepre (Gyroporus castaneus)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Boletales
  • Famiglia: Gyroporaceae
  • Genere: Gyroporus (Gyroporus)
  • Visualizza: Gyroporus castaneus (Fungo lepre)
    Altri nomi per il fungo:

  • Castagna del Gyroporus
  • Fungo di castagno
  • Castagno

Altri nomi:

  • Fungo di castagno
  • Castagno
  • Fungo lepre

Fungo lepre (Gyroporus castaneus)

Cappello: Marrone ruggine, rosso-marrone o castano, nei giovani funghi di castagno è convesso, piatto oa forma di cuscino a maturità, 40-110 mm di diametro. La superficie del cappello del giroporo di castagno è inizialmente vellutata o leggermente soffice, in seguito è nuda. Con tempo asciutto, spesso si incrina. I tubuli sono inizialmente bianchi, gialli a maturità, non blu al taglio, all'inizio aderenti al fusto, poi liberi, fino a 8 mm di lunghezza. I pori sono piccoli, arrotondati, dapprima bianchi, poi gialli; quando vengono pressati rimangono delle macchie marroni su di essi.

Gamba: Centrale o eccentrico, irregolarmente cilindrico o clavato, appiattito, nudo, secco, bruno-rossastro, alto 35-80 mm e spesso 8-30 mm. Solido all'interno, successivamente con imbottitura in cotone, cavo fino alla maturità o con camere.

Polpa: Bianco, non cambia colore al taglio. Inizialmente duro, carnoso, fragile con l'età, il gusto e l'odore inespressivi.

Polvere di spore:Giallo paglierino.

Controversie: 7-10 x 4-6 micron, ellissoidale, liscia, incolore o con una delicata sfumatura giallastra.

Crescita:

Il fungo di castagno cresce da luglio a novembre nelle foreste di latifoglie e di conifere. Cresce più spesso su terreno sabbioso in zone calde e asciutte. I corpi fruttiferi crescono singolarmente, sparsi.

Uso:

Un fungo commestibile poco conosciuto, ma il suo sapore non può essere paragonato al giroporo blu. Acquisisce un sapore amaro durante la cottura. Una volta essiccato, l'amarezza scompare. Pertanto, i castagni sono principalmente adatti per l'essiccazione.

Somiglianza: Non ha alcuna somiglianza con i funghi velenosi.