Foto e descrizione del parlatore biancastro (Clitocybe rivulosa)

Parlatore biancastro (Clitocybe rivulosa)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Tricholomataceae (Tricholomaceae o Ordinary)
  • Genere: Clitocybe
  • Visualizza: Clitocybe rivulosa (chiacchierone biancastro)

Sinonimi:

  • Parlatore imbiancato

  • Parlatore scolorito

  • Clitocybe dealbata

  • L'oratore è rossastro

  • Parlatore solcato

Parlatore biancastro

Parlatore biancastro, sbiancato, o scolorito (lat. Clitocybe dealbata), anche L'oratore è rossastro, o solcato (lat. Clitocybe rivulosa) È una specie di funghi inclusa nel genere Clitocybe della famiglia delle Tricholomataceae.

Il chiacchierone biancastro cresce sul suolo o su una lettiera in luoghi con manto erboso - in prati e pascoli o ai margini della foresta, radure e radure nelle foreste decidue e miste, così come nei parchi. I corpi fruttiferi appaiono in gruppi, a volte molto grandi; formare "cerchi di streghe". Distribuito nella zona temperata dell'emisfero settentrionale.

La stagione va da metà luglio a novembre.

Cappello parlatore biancastro ∅ 2-6 cm, nei funghi giovani convesso, con un bordo risvoltato, più tardi - disteso, in funghi vecchi - piatto o depresso, spesso con un bordo ondulato. Il colore del cappello varia dal bianco polveroso e biancastro nei funghi giovani al buffy in quelli maturi. I funghi maturi hanno vaghe macchie grigiastre sul cappello. La superficie del cappuccio è ricoperta da un sottile rivestimento in polvere, che può essere facilmente rimosso; con tempo umido è leggermente viscido, con tempo asciutto è setoso e lucido; si incrina quando è asciutto e diventa più leggero.

Polpa carnoso sottile (Spessore 3-4 mm sul disco del cappuccio), elastico e fibroso, biancastra, non cambia colore al taglio. Il gusto è inespressivo; l'odore è farinoso.

La gamba dell'oratore è biancastra, lunga 2-4 cm e 0.4-0.6 cm ∅, cilindrica, leggermente rastremata verso la base, dritta o ricurva, solida nei funghi giovani, successivamente cava; la superficie è biancastra o grigiastra, in punti ricoperta da macchie color nocciola, che si scurisce se pressata, fibrosa longitudinalmente.

Le placche sono frequenti, biancastre, successivamente grigiastro-biancastre, a maturità acquisiscono un colore giallo chiaro, discendente al peduncolo, largo 2-5 mm.

La polvere di spore è bianca. Spore 4–5,5 × 2–3 µm, ellissoidali, lisce, incolori.

Velenoso mortale fungo!

Il contenuto di muscarina nella govorushka biancastra è maggiore rispetto all'agarico di mosca rossa. La muscarina, contenuta nei corpi fruttiferi del parlatore biancastro (così come nei corpi fruttiferi di specie affini, ad esempio Clitocybe phyllophila), può causare avvelenamento grave, che si manifesta 15-20 minuti dopo l'ingestione, aumento della secrezione di saliva e lacrime, sudorazione, a dosi elevate - indebolimento della frequenza cardiaca, forte calo della pressione sanguigna, insufficienza respiratoria, vomito grave e diarrea. I sintomi di avvelenamento di solito iniziano a diminuire dopo due ore. I decessi sono rari. L'antidoto per l'avvelenamento da muscarina è l'atropina e altri anticolinergici M.

Cresce sul suolo o sui rifiuti in luoghi con manto erboso - nei prati e nei pascoli o ai margini dei boschi, nelle radure e nelle radure nelle foreste decidue e miste, nonché nei parchi. I corpi fruttiferi appaiono in gruppi, a volte molto grandi; formare "cerchi di streghe". Distribuito nella zona temperata dell'emisfero settentrionale.

La stagione va da metà luglio a novembre.

In letteratura si distinguono spesso due specie: Clitocybe rivulosa con cappello e lame rosate e gambo corto e Clitocybe dealbata con colorazione grigiastra e peduncolo più lungo.Questi fattori si sono rivelati insufficienti per la separazione, il colore degli oratori igrofonici dipende in modo significativo dal grado di bagnatura. Anche gli studi di genetica molecolare sono giunti alla conclusione su una specie polimorfica.