Foto e descrizione del galleggiante allo zafferano (Amanita crocea)

Galleggiante allo zafferano (Amanita crocea)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Amanitaceae
  • Genere: Amanita (Amanita)
  • Sottogenere: Amanitopsis (Float)
  • Visualizza: Amanita crocea (galleggiante allo zafferano)

Sinonimi:

  • Galleggiante allo zafferano

  • Pestello zafferano

  • Amanitopsis crocea

Galleggiante allo zafferano

Galleggiante allo zafferano (lat. Amanita crocea) È un fungo del genere Amanita della famiglia delle Amanitaceae.

Cappello:

Diametro 5-10 cm, dapprima ovoidale, con l'età diventa più diffuso. La superficie del cappello è liscia, lucida con tempo umido, i bordi sono solitamente "rigati" a causa delle placche sporgenti (questo non è sempre evidente nei funghi giovani). Il colore varia dal giallo zafferano al giallo arancio, nella parte centrale il cappello è più scuro rispetto ai bordi. La polpa del cappello è biancastra o giallastra, senza alcun gusto o odore particolare, sottile e friabile.

Piatti:

Sciolto, frequente, bianco in gioventù, con l'età acquisisce una tinta cremosa o giallastra.

Polvere di spore:

Bianca.

Gamba:

Altezza 7-15 cm, spessore 1-1,5 cm, biancastra o giallastra, cava, ispessita alla base, spesso con una piega nella parte centrale, che cresce da una volva pronunciata (che però può essere nascosta sottoterra), senza un anello ... La superficie della gamba è ricoperta da una sorta di cinture squamose.

Propagazione:

Lo zafferano galleggiante si trova dall'inizio di luglio alla fine di settembre nelle foreste decidue e miste, prediligendo luoghi luminosi, margini, boschi. Cresce spesso vicino alle paludi. Non sembra esserci alcun picco apparente di fruttificazione.

Galleggiante allo zafferano (Amanita crocea)Specie simili:

Il galleggiante allo zafferano può essere facilmente confuso con il fungo Cesare.

Due specie affini, Amanita vaginata e Amanita fulva, crescono in condizioni simili. È difficile formalizzare le differenze tra loro: il colore del cappello è molto mutevole per tutti, gli habitat sono abbastanza simili. Si ritiene che A. vaginata sia più grande e più grassa, mentre A. fulva ha spesso un peculiare tubercolo sul cappello, ma questi segni non sono i più affidabili. Una semplice indagine chimica può fornire una certezza al cento per cento. Il fungo galleggiante allo zafferano in età adulta assomiglia molto a un fungo velenoso pallido, ma a differenza di questo fungo velenoso, non ha un anello sulla gamba.

Commestibilità:

Galleggiante allo zafferano - Fungo commestibile di scarso valore: carnoso, facilmente sbriciolato, insapore. (Il resto dei galleggianti, tuttavia, è anche peggio.) Alcune fonti indicano che è necessario un trattamento di preriscaldamento.

Appunti:

Collezionare carri è, secondo me, un simbolo di totale disperazione. I maiali vengono raccolti dalla distrazione. Mokruhi: di cattivo umore. Valore - per sembrare originale. Festaioli a forma di uovo - in segno di protesta. E galleggia - quando non è rimasto assolutamente nulla nella vita.

Tuttavia, il galleggiante è un regalo per il classificatore. Diversi tipi di funghi, da un lato, molto simili e dall'altro chiaramente diversi. Bianco, grigio, zafferano, giallo-marrone ... Sembra una scaletta di un produttore rispettabile. L'essenza interiore è più o meno la stessa e il design può essere scelto a proprio piacimento. Non è chiaro, tuttavia, perché.