Caccia ai funghi

Caccia ai funghi - regole generali

Boletus edulis - Fungo bianco

La raccolta dei funghi è una popolare attività all'aperto o un hobby noto come caccia silenziosa o ai funghi. La raccolta dei funghi può anche essere un'attività commerciale - per la vendita sul mercato o la consegna ai punti di approvvigionamento.

La caccia ai funghi è diffusa in tutto il mondo, soprattutto nei paesi dell'Europa orientale e settentrionale, negli Stati baltici, nel Mediterraneo e nel Nord America. Ci sono paesi in cui le regole e le restrizioni sulla raccolta dei funghi sono chiaramente enunciate.

L'equipaggiamento di un cacciatore di funghi di solito include:

  • Un coltellino affilato. I coltelli per raccoglitori di funghi sono in vendita.
  • Cesto di vimini. È conveniente se il cestino è fissato alla cintura in modo che le mani rimangano libere.
  • Stivali di gomma alti.
  • Bussola.
  • Abbigliamento comodo per la zona e il clima. Particolare attenzione è riservata alle scarpe.

È meglio raccogliere i funghi in un cesto di vimini o di plastica con molti buchi: saranno ventilati e non schiacciati. Non usare mai sacchetti di plastica, altrimenti, quando torni a casa, scoprirai di aver portato una massa appiccicosa informe.

Per garantire la sicurezza durante il consumo, si dovrebbe essere in grado di distinguere i funghi commestibili da quelli velenosi.

Precauzioni durante la raccolta e l'utilizzo di funghi

Molto spesso, l'avvelenamento si verifica con funghi velenosi, che hanno una somiglianza esterna con quelli commestibili e finiscono accidentalmente nel cesto del raccoglitore di funghi con loro. Per evitare un simile errore, che può diventare fatale, è necessario studiare bene le caratteristiche generali di tutti i funghi e conoscere le differenze caratteristiche tra le specie velenose.

Raccogli solo i tipi di funghi che conosci. I corpi fruttiferi sconosciuti o discutibili non dovrebbero essere mangiati. Va ricordato che alcuni esemplari potrebbero non avere caratteristiche distintive, ad esempio, i fiocchi bianchi sul cappuccio degli agarichi possono essere lavati via da forti piogge, il cappello di un fungo velenoso pallido, tagliato in cima, non ti consente per notare l'anello.

Per i bambini, molti funghi sono molto più pericolosi che per gli adulti, quindi l'uso di funghi anche commestibili da parte dei bambini dovrebbe essere limitato.

Il pericolo può essere rappresentato dai funghi come accumulatori di sostanze tossiche (metalli pesanti, pesticidi, radionuclidi).

Cause di avvelenamento da funghi

  • La tossicità dei funghi stessi, dovuta alla presenza di tossine (o micotossine). Conservazione a lungo termine di funghi freschi raccolti senza lavorazione culinaria o conservazione a lungo termine di funghi già trasformati
  • Danni ai funghi da parassiti, in particolare mosche fungine
  • Consumo congiunto di alcuni tipi di funghi (ad es. Scarabei stercorari) con alcol
  • Accumulo di sostanze nocive per l'organismo (metalli pesanti, ecc.) Durante la crescita del fungo nei corpi fruttiferi, quando crescono in prossimità di strade e imprese
  • Consumo frequente di funghi della famiglia Morel
  • L'abuso di funghi, anche della prima categoria, è dannoso per il corpo, poiché i funghi sono cibo indigeribile e con un grande volume di massa semi-digerita nel tratto gastrointestinale, può svilupparsi intossicazione del corpo.

Misure di primo soccorso

In caso di grave avvelenamento da funghi, è necessario chiamare un'ambulanza. Prima dell'arrivo del medico, il paziente viene messo a letto, viene eseguita la lavanda gastrica: danno da bere in abbondanza (4-5 bicchieri di acqua bollita a temperatura ambiente, bevono a piccoli sorsi) o una soluzione rosa chiaro di permanganato di potassio e inducono il vomito premendo un oggetto liscio sulla radice della lingua. Per rimuovere il veleno dall'intestino, subito dopo aver lavato lo stomaco, viene somministrato un lassativo e viene somministrato un clistere.

Per chiarire la diagnosi, salva tutti i funghi che non sono stati mangiati.

Il trattamento per l'avvelenamento da funghi dipende dal loro tipo. L'avvelenamento da funghi velenosi è accompagnato da vomito e disidratazione; dopo la lavanda gastrica, vengono eseguiti scambio di trasfusioni di sangue, emodialisi, glucosio con insulina per via endovenosa, in caso di insufficienza respiratoria - atropina per via sottocutanea.