Foto e descrizione del gallinaccio tubolare (Craterellus tubaeformis)

Gallinaccio tubolare (Craterellus tubaeformis)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Incertae sedis (undefined)
  • Ordine: Cantharellales
  • Famiglia: Cantharellaceae (Chanterelle)
  • Genere: Craterellus (Funnelman)
  • Visualizza: Craterellus tubaeformis (gallinacci tubolari)

Altri nomi:

  • Gallinaccio tubolare

  • Finferli a imbuto

  • Finferli a forma di imbuto (Cantharellus infundibuliformis)

  • Paletta tubolare

  • Tubolare Cantarell

  • Cantharellus tubaeformis

Tubolare di gallinacci

Gallinaccio tubolare (lat. Cantharellus tubaeformis) È un fungo della famiglia dei gallinacci (Cantharellaceae).

Cappello:

Piccolo, nei funghi giovani, anche o convessi, con l'età acquisisce una forma più o meno imbutiforme, allungata, che conferisce all'intero fungo una certa forma tubulosa; diametro - 1-4 cm, in rari casi fino a 6 cm I bordi del cappello sono fortemente rimboccati, la superficie è leggermente irregolare, ricoperta di fibre poco appariscenti, leggermente più scura della superficie bruno-giallastra opaca. La polpa del cappello è relativamente sottile, soda, con un gradevole sapore e odore di fungo.

Piatti:

L'imenoforo dei gallinacci tubolari è un "falso piatto" che si presenta come una rete ramificata di pieghe venose discendenti dal lato interno del cappello al peduncolo. Colore: grigio chiaro, discreto.

Polvere di spore:

Chiaro, grigiastro o giallastro.

Gamba:

Altezza 3-6 cm, spessore 0,3-0,8 cm, cilindrico, che si trasforma dolcemente in un cappello, giallastro o marrone chiaro, cavo.

Propagazione:

L'abbondante periodo di fruttificazione inizia alla fine di agosto e si protrae fino alla fine di ottobre. Questo fungo preferisce vivere nelle foreste miste e di conifere, in grandi gruppi (colonie). Si sente bene su terreni acidi nella foresta.

Il gallinaccio tubolare non si trova nella nostra zona così spesso. Qual è il motivo, nella sua generale discrezione, o è davvero il Cantharellus tubaeformis che sta diventando una rarità, è difficile dirlo. In teoria, il galletto tubolare forma un imenoforo con conifere (semplicemente, abete rosso) in boschi umidi e muschiosi, dove fruttifica in grandi gruppi in settembre-inizio ottobre.

Specie simili:

Si nota anche il gallinaccio ingiallito (Cantharellus lutescens) che, a differenza dei gallinacci tubolari, è privo anche di falsi piatti, risplendente di un imenoforo quasi liscio. È ancora più difficile confondere i gallinacci tubolari con il resto dei funghi.

  • Il Cantharellus cinereus è un gallinaccio commestibile di colore grigio, caratterizzato da un corpo fruttifero cavo, di colore grigio-nero e dall'assenza di nervature nella parte inferiore.
  • Gallinaccio comune. È un parente stretto dei finferli a forma di imbuto, ma differisce in quanto ha un periodo di fruttificazione più lungo (in contrasto con i finferli a forma di imbuto, la cui abbondante fruttificazione avviene solo in autunno).

Commestibilità:

È equiparato a un vero gallinaccio (Cantharellus cibarius), anche se difficilmente porterà così tanta gioia al gastronomo, e l'esteta non si annoierà presto allo stesso modo. Come tutti i finferli, viene utilizzato principalmente fresco, non necessita di procedure preparatorie come l'ebollizione e inoltre, secondo gli scrittori, non è pieno di vermi. Ha una polpa giallastra, un sapore crudo inespressivo. Anche l'odore dei finferli crudi a forma di imbuto è inespressivo. Può essere marinato, fritto e bollito.

Appunti:

Il gallinaccio tubolare è un'esposizione per l'intero genere dei finferli, che ha cominciato a penetrare nella famiglia dei veri funghi lamellari. Da tutto questo si può vedere una sorta di disattenzione, fretta, impreparazione.Il fungo sembra essere cresciuto da solo nei piatti, ma dal primo sguardo è chiaro che non sono reali. Le vene sono in qualche modo intrecciate, insincere. E, se così posso dire, "cappello"? Si può vedere ad occhio nudo che una parvenza di cappello è stata tirata su da un "imbuto a fungo unico" in cui il gallinaccio tubolare si sforza di trasformarsi in ogni occasione, mettendo il suo curatore in una posizione molto scomoda. In generale, il secondo - dopo i gallinacci veri, gialli e luminosi - il tentativo di infiltrarsi sotto copertura è completamente fallito. Pertanto, probabilmente, questo fungo non può essere trovato da nessuna parte, ad eccezione di luoghi speciali, di cui anche pochissime persone conoscono.