Foto e descrizione di Tiger row (Tricholoma pardinum)

Tiger row (Tricholoma pardinum)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Tricholomataceae (Tricholomaceae o Ordinary)
  • Genere: Tricholoma (Tricholoma o Ryadovka)
  • Visualizza: Tricholoma pardinum (fila della tigre)
    Altri nomi per il fungo:
  • Row velenoso
  • Riga leopardo

Sinonimi:

  • Row velenoso

  • Riga leopardo

  • Agaricus unguentatus
  • Tricholoma unguentatum

Riga della tigre

Descritto ufficialmente per la prima volta da Christiaan Hendrik Persoon nel 1801, il Tricholoma pardinum ha una storia tassonomica intricata che si estende per oltre due secoli. Nel 1762, il naturalista tedesco Jacob Christian Schäffer descrisse la specie Agaricus tigrinus con un'illustrazione corrispondente a quello che si crede essere T. pardinum, e da qui il nome Tricholoma tigrinum fu erroneamente utilizzato in alcune opere europee.

Ad oggi (primavera 2019): alcune fonti ritengono che il nome Tricholoma tigrinum sia sinonimo di Tricholoma pardinum. Tuttavia, autorevoli database (Species Fungorum, MycoBank) supportano il Tricholoma tigrinum come specie separata, sebbene attualmente questo nome possa essere difficilmente utilizzato nella pratica e non esiste una descrizione moderna per esso.

Descrizione

Cappello: 4-12 cm, in condizioni favorevoli fino a 15 cm di diametro. Nei funghi giovani è sferica, poi campana convessa, nei funghi maturi è a diffusione piatta, con un bordo interno sottile e arricciato. È spesso di forma irregolare, con crepe, curve e pieghe.

La pelle del cappello è bianco sporco, bianco grigiastro, grigio argenteo chiaro o grigio nerastro, a volte con una sfumatura bluastra. Ricoperta di scaglie più scure e traballanti, disposte concentricamente, che danno un po 'di "striscia", da cui il nome - "tigre".

Piatto: largo, 8-12 mm di larghezza, carnoso, di media frequenza, aderente al dente, con placche. Bianchi, spesso con una sfumatura verdastra o giallastra, i funghi maturi emettono piccole goccioline acquose.

Polvere di spore: bianca.

Controversia: 8-10 x 6-7 micron, ovoidale o ellissoidale, liscia, incolore.

Gamba: 4-15 cm di altezza e 2-3,5 cm di diametro, cilindrico, talvolta ispessito alla base, solido, in funghi giovani con superficie leggermente fibrosa, poi quasi glabra. Bianco o con una leggera fioritura ocra, ocra rugginosa alla base.

Polpa: denso, biancastro, al cappello, sotto la pelle - grigiastro, nel gambo, più vicino alla base - giallastro al taglio, non cambia colore al taglio e alla rottura.

Reazioni chimiche: KOH è negativo sulla superficie del cappuccio.

Gusto: morbido, non amaro, non associato a nulla di sgradevole, a volte un po 'dolce.

Odore: morbido, farina.

Stagione e distribuzione

Cresce al suolo da agosto a ottobre in boschi di conifere e misti a conifere, meno spesso di latifoglie (con presenza di faggio e roverella), ai margini. Predilige terreni calcarei. I corpi fruttiferi compaiono sia singolarmente che in piccoli gruppi, possono formare "cerchi di streghe", possono crescere in piccole "concrezioni". Il fungo è comune in tutta la zona temperata dell'emisfero settentrionale, ma piuttosto raro.

Commestibilità

Fungo velenoso , spesso indicato come mortale velenoso .

Secondo studi tossicologici, la sostanza tossica non è stata identificata con precisione.

Dopo aver assunto Tiger Ryadovka nel cibo, compaiono sintomi gastrointestinali e generali estremamente spiacevoli: nausea, aumento della sudorazione, vertigini, convulsioni, vomito e diarrea. Si verificano entro 15 minuti a 2 ore dopo il consumo e spesso persistono per diverse ore, con un recupero completo che richiede solitamente da 4 a 6 giorni. Sono stati registrati casi di danni al fegato.La tossina, la cui identità è sconosciuta, sembra causare un'improvvisa infiammazione delle mucose che rivestono lo stomaco e l'intestino.

Al minimo sospetto di avvelenamento, dovresti consultare immediatamente un medico.

Specie simili

La fila è grigio terroso (Tricholoma terreum) è molto meno "carnosa", attenzione alla posizione delle squame sul cappello, nel Myshat il cappello è striato radialmente, nelle scaglie di tigre si formano delle strisce.

Altre file hanno cappucci squamosi bianchi e argentei.