Intolleranza individuale ai funghi

Anche i funghi più freschi coltivati ​​in giardini ecocompatibili e cucinati nel pieno rispetto delle tecnologie possono provocare intossicazioni alimentari. Il motivo è l'intolleranza individuale al trealosio dei funghi.

Questa condizione non è rara. Può essere paragonato ad altri tipi di intolleranze alimentari, come il lattosio del latte. E sebbene tale avvelenamento non rappresenti una minaccia per la vita, viene fornita un'azione di protesta nel corpo (crampi all'intestino, vomito, diarrea, eruzioni cutanee, ecc.).

Ma, qualunque sia la causa dell'avvelenamento, con il minimo malessere dopo aver mangiato un piatto di funghi, specialmente uno preparato con specie di funghi della foresta, gli esperti consigliano di chiamare immediatamente un'ambulanza. È vero, non bisogna aspettare passivamente il suo arrivo. Ricorda: ogni minuto conta. Pertanto, bevi quanta più acqua salata o una soluzione debole di permanganato di potassio possibile, cerca di provocare il vomito. E poi prendi carbone attivo (1 compressa per 10 chilogrammi di peso) o un cucchiaio di olio di ricino, metti una piastra riscaldante calda sulle gambe e sullo stomaco.

Bevi tè forte, latte, tè viscidi di riso o avena. Ma l'alcol in questo stato è categoricamente controindicato, tuttavia, come il cibo acido!