Foto e descrizione dei funghi porcini (Leccinum vulpinum)

Funghi porcini (Leccinum vulpinum)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Boletales
  • Famiglia: Boletaceae
  • Genere: Leccinum (Obabok)
  • Visualizza: Leccinum vulpinum (pino boletus)

Funghi porcini

Cappello:

Il boletus di pino ha un cappello rosso-marrone, un caratteristico colore innaturale "cremisi scuro", che è particolarmente evidente nei funghi adulti. Negli esemplari giovani il cappello si porta a filo della gamba; si apre naturalmente con l'età, assumendo una forma a cuscino martellato. Come per il modello base, la taglia del cappello può essere molto grande, 8-15 cm di diametro (in una buona annata si può trovare un cappello e più grande). La pelle è vellutata, secca. La polpa bianca densa senza un odore e un sapore speciali sul taglio diventa rapidamente blu, quindi annerisce. Una caratteristica caratteristica: come nella varietà di quercia del porcino (Leccinum quercinum), la polpa può scurirsi in alcuni punti senza attendere il taglio.

Strato portatore di spore:

In gioventù è bianco, poi crema grigiastro, se pressato diventa rosso.

Polvere di spore:

Giallo-marrone.

Gamba:

Lungo fino a 15 cm, fino a 5 cm di diametro, solido, cilindrico, ispessito verso il basso, bianco, a volte verdastro alla base, che sprofonda in profondità nel terreno, ricoperto da scaglie longitudinali fibrose brune, che lo rendono vellutato al tatto.

Propagazione:

Il porcino si trova da giugno all'inizio di ottobre nelle foreste di conifere e miste, formando micorrize rigorosamente con pino. Produce frutti particolarmente abbondanti (e sembra spettacolare) nei muschi. Ci sono informazioni molto diverse sulla prevalenza di questo tipo di informazioni: qualcuno sostiene che il Leccinum vulpinum sia molto meno comune del porcino rosso (Leccinum aurantiacum), qualcuno, al contrario, ritiene che ci siano parecchi porcini anche di stagione , proprio quando la raccolta non è sempre distinta dalla varietà base.

Specie simili:

Non c'è consenso sul fatto che valga la pena considerare il Leccinum vulpinum (così come la quercia (Leccinum quercinum) e l'abete rosso (Leccinum peccinum), che sono indissolubilmente legati ad essa), una specie separata, o sono ancora sottospecie del pioppo rosso (Leccinum aurantiacum). Quindi, lo considereremo più interessante: sistemeremo il pino rosso come una specie separata.Infatti, il caratteristico colore rosso-marrone (apolitico), squame marroni sulla gamba, macchie grigio scuro, un insieme soddisfacente di caratteristiche per descrivere una specie, e anche molti funghi non hanno questo.

Commestibilità:

Si, credo.

Osservazioni

Nelle nostre terre calpestate, i porcini sono diventati una pesca rara. E trovare un porcino raro, come il pino, è un evento doppiamente gioioso. Bello, eh?

Ed ecco cos'altro è interessante. Lo sanno tutti: appena tocchi il porcino, cambia subito colore. E questo non sorprende più nessuno. Ma se, diciamo, un porcino viene mangiato da una lumaca o da un altro rappresentante della fauna forestale, un fungo, non succederà nulla. Morso alla gamba e cosa? Poiché era bianca, è rimasta. Non posso spiegarlo.


$config[zx-auto] not found$config[zx-overlay] not found