Foto e descrizione del fungo del miele del miele (Armillaria mellea; Armillaria borealis)

Miele miele fungo (Armillaria mellea; Armillaria borealis)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Physalacriaceae (Physalacriaceae)
  • Genere: Armillaria (Miele)
  • Visualizza: Armillaria mellea; Armillaria borealis (Miele miele fungo)
    Altri nomi per il fungo:

  • Fungo miele d'autunno
  • Miele miele
  • Funghi al miele
  • Fungo del miele del nord

Sinonimi per entrambi i tipi allo stesso tempo:

  • Miele miele

Agarico di miele d'autunno

Il fungo del miele autunnale comprende due specie che sono praticamente indistinguibili nell'aspetto, questo miele autunnale (Armillaria mellea) e il miele autunnale settentrionale (Armillaria borealis). In questo articolo vengono descritti entrambi allo stesso tempo.

Sinonimi per Autumn honey mushroom:

  • Miele miele fungo

  • Miele miele miele di funghi
  • Agaricus melleus
  • Armillariella mellea
  • Omphalia mellea
  • Omphalia var. mellea
  • Agaricites melleus
  • Lepiota mellea
  • Clitocybe mellea
  • Armillariella olivacea
  • Agaricus sulphureus
  • Agaricus versicolor
  • Stropharia versicolor
  • Geophila versicolor
  • Fungo versicolor

Sinonimi per fungo autunnale settentrionale (Armillaria borealis):

  • Fungo del miele del nord

  • Fungo autunnale settentrionale

Descrizione

Cappello 2-9 cm di diametro (fino a 12 a O. nord, fino a 15 in O. miele) cm, molto variabile, convesso, poi steso piatto con bordi curvi, con una depressione piatta al centro, poi i bordi di il tappo può piegarsi verso l'alto. La gamma cromatica è estremamente ampia, mediamente giallastra-brunastra, seppia, con diverse sfumature di giallo, arancio, oliva e toni di grigio, di intensità molto diversa. Il centro del cappuccio è solitamente di colore più scuro rispetto al bordo, tuttavia, ciò non è dovuto al colore della cuticola, ma a causa delle squame più dense. Le squame sono piccole, marroni, marroni o monocolore con il colore del cappello, che scompaiono con l'età. Il velo privato è denso, spesso, feltro, biancastro, giallastro o cremoso, con scaglie bianche, gialle, verdastre-giallo-zolfo, ocra che diventano marroni con l'età.

Miele miele fungo

Polpa biancastra, sottile, fibrosa. L'odore è gradevole, fungo. Secondo varie fonti, il gusto o non è pronunciato normale, fungo, o leggermente astringente, o ricorda il gusto del formaggio Camembert.

LP debolmente discendente sul gambo, bianco, poi giallastro o crema buffy, poi bruno chiazzato o bruno ruggine. Nelle placche, dai danni degli insetti, sono caratteristiche macchie marroni, cappucci che sporgono verso l'alto, che possono creare un modello caratteristico di raggi radiali marroni.

Agarico di miele d'autunno

Polvere di spore bianca.

Controversia relativamente allungato, 7-9 x 4,5-6 μm.

Gamba 6-10 cm di altezza (fino a 15 nel miele), fino a 1,5 cm di diametro, cilindrica, possono avere un ispessimento a forma di fuso nella parte inferiore, o semplicemente addensare nella parte inferiore fino a 2 cm, i colori e le sfumature di il cappello è un po 'più pallido. La gamba è leggermente squamosa, le squame sono soffici e scompaiono nel tempo. Esistono potenti rizomorfi neri fino a 3-5 mm, con ramificazioni dicotomiche, che possono creare un'intera rete di enormi dimensioni e diffondersi da un albero, ceppo o legno morto a un altro.

Differenze tra le specie O. Severny e O. miele - Il miele di miele è più limitato alle regioni meridionali e O. settentrionale, rispettivamente, a quelle settentrionali. Entrambe le specie possono essere trovate a latitudini temperate. L'unica chiara differenza tra queste due specie è una caratteristica microscopica: la presenza di una fibbia alla base dei basidi in O. settentrionale e la sua assenza in O. miele. Questa funzione non è disponibile per la verifica da parte della stragrande maggioranza dei raccoglitori di funghi, pertanto entrambe queste specie sono descritte nel nostro articolo.

Habitat

Fruttificazione dalla seconda metà di luglio, e fino alla fine dell'autunno, su legni di qualsiasi natura, anche sotterranei, in crescite e famiglie, fino a molto significative. Lo strato principale, di regola, dura dalla fine di agosto alla terza decade di settembre, non dura a lungo, 5-7 giorni. Il resto del tempo, la fruttificazione è locale, tuttavia, un numero abbastanza significativo di corpi fruttiferi può essere trovato in tali punti locali.Il fungo è un parassita estremamente grave delle foreste, si sposta sugli alberi vivi e li uccide rapidamente.

Specie simili

  • Fungo del miele scuro (Armillaria ostoyae) - Il fungo è di colore giallo. Le sue squame sono grandi, marrone scuro o scure, il che non è il caso dell'autunno Openak. L'anello è anche denso e spesso.
  • Fungo del miele dalle gambe spesse (Armillaria gallica) - Questa specie ha un anello sottile, lacerante, che scompare nel tempo e il cappello è approssimativamente ricoperto da squame piuttosto grandi. La specie cresce su legno danneggiato e morto.
  • Fungo del miele dai piedi di cipolla (Armillaria cepistipes) - In questa specie, l'anello è sottile, strappato, scomparendo nel tempo, come in A. gallica, ma il cappello è coperto di piccole squame, concentrate più vicino al centro, e sempre nudo al limite. La specie cresce su legno danneggiato e morto. Inoltre, questa specie può crescere sul terreno con le radici di piante erbacee, come fragole, fragole, peonie, daylilies, ecc., Escluso per altre specie simili che hanno un anello sulla zampa, necessitano del legno.
  • Fungo del miele essiccante (Armillaria tabescens), Fungo del miele sociale (Armillaria socialis) - I funghi non hanno un anello. Secondo i dati moderni, secondo i risultati dell'analisi filogenetica, questa è la stessa specie (e persino un nuovo genere - Desarmillaria tabescens), ma al momento (2018) questa non è un'opinione generalmente accettata. Per il momento si ritiene che il prosciugamento avvenga nel continente americano e l'ossigeno sociale in Europa e in Asia.

Alcune fonti indicano che i funghi possono essere confusi con alcune specie di squame (Pholiota spp.), Nonché con rappresentanti del genere Hypholoma (Hypholoma spp.) - giallo zolfo, sieropastinoso e rosso mattone e, persino, con alcuni Galerina (Galerina spp.). A mio parere, questo è quasi impossibile da fare. L'unica somiglianza tra questi funghi è che crescono negli stessi luoghi.

Commestibilità

Funghi commestibili. Secondo vari pareri, dal gusto mediocre alla quasi delicatezza. La polpa di questo fungo è densa, poco digeribile, quindi il fungo necessita di un lungo trattamento termico, almeno 20-25 minuti. In questo caso, il fungo può essere cotto immediatamente, senza preliminarmente bollire e scolare il brodo. Inoltre, il fungo può essere essiccato. Le gambe dei funghi giovani sono commestibili come i cappelli, ma con l'età diventano legnose e quando si raccolgono funghi maturi, le gambe non dovrebbero essere prese.

Video sul fungo miele miele:

Note dell'autore

A mio parere personale, questo è uno dei migliori funghi, e aspetto sempre che lo strato di funghi finisca e cerco di raccogliere quelli il cui anello non è ancora uscito dal tappo. Allo stesso tempo, non serve nient'altro, nemmeno quelli bianchi! Adoro mangiare questo fungo in qualsiasi forma, sia fritto che in zuppa, e il sottaceto è solo una canzone! È vero, la raccolta di questi funghi è di routine, nel caso in cui non vi sia una fruttificazione particolarmente abbondante, quando con un movimento del coltello si possono gettare una dozzina o più corpi fruttiferi nel cesto, ma questo è più che compensato dal loro ottimo (per me) gusto, e ottima consistenza, dura e croccante., che molti altri funghi invidieranno.

Riferimenti.

1. Pavlov IN, Mironov AG, Kutafieva NP Caratteristiche morfologiche dei funghi del complesso Armillaria mellea sensu lato della regione circumboreale // Zone boreali di conifere. 2006. Emissione. 23 (1).

2. Phllips, R. Mushrooms e altri funghi della Gran Bretagna e dell'Europa. Londra, 1981.

3. Hansen, L., Knudsen, H. Nordic Macromycetes. Vol. 2 (Polyporales, Boletales, Agaricales, Russulales). Nordsvamp-Copenhgagen, 1992

4. Koch, Rachel e Wilson, Andrew e Séné, Olivier e Henkel, Terry e Aime, Mary. (2017). Risolta filogenesi e biogeografia del patogeno radicale Armillaria e del suo parente gasteroide, Guyanagaster. Biologia evolutiva BMC. 17.10.1186 / s12862-017-0877-3.

5. Antonín V, Jankovsky L, Lochman J, Tomšovsky M. (2006). Armillaria socialis - caratteristiche morfologico-anatomiche ed ecologiche, patologia, distribuzione nella Repubblica Ceca e in Europa (PDF). Czech Mycology 58 (3-4): 209-24.