Funghi ostrica in crescita e ceppi di shiitake

Il metodo di coltivazione dei funghi ostrica ha le sue caratteristiche. Questi funghi hanno bisogno di molta luce diurna, quindi possono essere coltivati ​​non solo in serra, come i funghi prataioli, ma anche direttamente in campo aperto. Ciò richiede il micelio (micelio) e il legno effettivi.

Funghi ostrica in crescita su ceppi

Per l'allevamento di funghi ostrica, molto spesso adattano i ceppi lasciati dagli alberi decidui da frutto che crescono sul sito. Un disco di 4-6 centimetri di spessore viene tagliato dalla parte superiore del moncone e il taglio viene trattato con una pasta speciale. Il suo strato dovrebbe essere compreso tra 5 e 8 millimetri. Quindi il disco tagliato viene posizionato e inchiodato su entrambi i lati. Affinché il micelio non si secchi e muoia, il moncone è coperto di erba, rami o rami di abete rosso di conifere. Il film è adatto anche a questo. Se il clima è caldo, il moncone deve essere ulteriormente annaffiato con acqua pulita. A maggio o giugno, il micelio deve essere innestato e in autunno è possibile raccogliere il primo raccolto. I funghi appariranno fino all'inizio del gelo. Ma il rendimento massimo sarà nel secondo anno. Il ceppo è in grado di coltivare funghi ostrica fino a quando non crolla di tanto in tanto.

Lo shiitake è allevato allo stesso modo dei funghi ostrica, che sono stati discussi appena sopra. Questo fungo si sente a suo agio all'ombra, vicino a fontane, sorgenti, stagni e altri specchi d'acqua. Non danneggia il giardino, quindi i residenti estivi sono felici di coltivarlo. Abbastanza senza pretese, cresce notevolmente su tronchi leggermente sommersi dall'acqua o persino dalla segatura. Ama il calore, ma sopravvive a una temperatura di + 4 gradi, ma le gelate sono distruttive per lui.

Lo shiitake ha un sapore molto buono; dopo l'ebollizione, il suo cappello rimane scuro. Il fungo è apprezzato anche per le sue proprietà medicinali. Supporta l'immunità umana e, con un uso prolungato negli alimenti, è persino in grado di resistere alle cellule tumorali.