Foto e descrizione del fungo del miele di prato (Marasmius oreades)

Fungo del miele dei prati (Marasmius oreades)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Marasmiaceae
  • Genere: Marasmius (Negniichnik)
  • Visualizza: Marasmius oreades (miele di prato)
    Altri nomi per il fungo:
  • Erba di prato
  • Prato Marasmius
  • Prato
  • Fungo chiodi di garofano

Altri nomi:

  • Erba di prato

  • Prato Marasmius

  • Prato

  • Fungo chiodi di garofano

  • Agaricus oreades

Miele di prato

Descrizione esterna

Cappello:

Il diametro del cappello del fungo di prato è di 2-5 cm (esistono anche esemplari più grandi), conico in gioventù, poi si apre quasi prostrato con un tubercolo smussato al centro (i vecchi esemplari essiccati possono assumere anche forma a coppa) . Il colore in condizioni normali è bruno-giallastro, a volte con una zonizzazione debolmente evidente; quando è asciutto, il cappello assume spesso un colore più chiaro e biancastro. La polpa è sottile, di colore giallo paglierino, con un gusto gradevole e un odore forte e caratteristico.

Piatti:

La melata di prato ha placche rare, da aderente in giovane età a crema biancastra libera, piuttosto larga.

Polvere di spore:

Bianca.

Gamba:

Altezza 3-6 cm, sottile, fibroso, intero, molto duro nei funghi adulti, colore del cappello o più chiaro.

Propagazione

L'agarico di miele di prato si manifesta dall'inizio dell'estate alla metà o alla fine di ottobre nei prati, nei giardini, nelle radure e ai margini dei boschi, nonché lungo le strade; fruttifica abbondantemente, spesso formando caratteristici anelli.

Specie simili

La melata di prato viene spesso confusa con la colibia amante del legno, Collybia dryophylla, sebbene non siano molto simili: la colibia cresce esclusivamente nelle foreste e le sue placche non sono così rare. Sarebbe pericoloso confondere il fungo di prato con il chiacchierone biancastro, Clitocybe dealbata - si sviluppa approssimativamente nelle stesse condizioni, ma è dato da placche discendenti piuttosto frequenti.

Commestibilità

Un fungo commestibile versatile, adatto anche per essiccare e minestre.

Osservazioni

Forse in alcuni luoghi esiste un vero e proprio culto del fungo di prato. Le persone prendono specialmente le forbici con loro e tagliano cerchi nei campi, tagliando piccoli funghi profumati dall'erba. Sono pronto a crederci: non è per niente che in letteratura ci sono così tante raccomandazioni sul metodo di raccolta e lavorazione di questo anonimo fungo. In effetti, il fungo di prato è sicuramente gustoso e in tutto e per tutto un fungo gradevole.

La mia impressione di questo rappresentante di una gloriosa famiglia di non serpenti era semplice e inequivocabile. Una volta ho raccolto un paio di questi funghi e per scopi scientifici li ho messi su una foglia sotto una tazza per vedere che tipo di polvere. Poche ore dopo lo apro - e dei cappelli non c'è traccia, solo una palla di vermi si aggira in modo orribile.