Foto e descrizione della Melanoleuca a gambe corte (Melanoleuca brevipes)

Melanoleuca a gambe corte (Melanoleuca brevipes)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Tricholomataceae (Tricholomaceae o Ordinary)
  • Genere: Melanoleuca (Melanoleuca)
  • Visualizza: Melanoleuca brevipes

Sinonimi:

  • Melanolevka a gambe corte

  • Melanoleica a gambe corte

  • Agaricus brevipes
  • Gymnopus brevipes
  • Tricholoma brevipes
  • Gyrophila brevipes
  • Gyrophila grammopodia var. brevipes
  • Tricholoma melaleucum subvar. brevipes

Melanoleuca a gambe corte Melanoleuca brevipes

In un genere pieno di funghi difficili da identificare, questa melanoleuca si trova (o, per meglio dire, "accovacciata"? In generale, si distingue) dalla folla con il suo cappello grigio e la gamba apparentemente troncata, che sembra sproporzionatamente corta per tale un cappello largo, molto più corto della maggior parte dei membri del genere Melanoleuca. Ovviamente ci sono differenze anche a livello microscopico.

Descrizione

Cappello: 4-10 cm di diametro, secondo varie fonti - fino a 14. Convesso nei funghi giovani, diventa piuttosto rapidamente prostrato, a volte con un rigonfiamento centrale poco profondo. Liscia, asciutta. Da grigio scuro a quasi nero nei giovani esemplari, diventa grigio nel tempo, grigio chiaro e alla fine sfuma in un grigio brunastro opaco o addirittura marrone chiaro.

Piatto: aderente, generalmente dentato o quasi libero. Bianco, frequente.

Gamba: 1-3 cm di lunghezza e 1 cm di spessore o poco più, solido, denso, fibroso longitudinalmente. A volte contorto, nei funghi giovani ha spesso la forma di una mazza, si uniforma con la crescita, può rimanere un leggero ispessimento alla base. Secco, colore del cappello o leggermente più scuro.

Melanoleuca a gambe corte Melanoleuca brevipes

Polpa: Biancastro nel cappello, da brunastro a marrone nel gambo.

Odore e gusto: Debole, quasi indistinguibile. Alcune fonti descrivono il gusto come "amidaceo gradevole".

Polvere di spore: Bianca.

Caratteristiche microscopiche: spore 6,5-9,5 * 5-6,5 micron. Più o meno ellittico, decorato con protuberanze amiloidi ("verruche").

Ecologia: probabilmente saprofita.

Habitat e periodo di fruttificazione

Fruttificazione in estate e in autunno, alcune fonti indicano - dalla primavera e persino dall'inizio della primavera. Si trova in aree erbose, su pascoli, margini boschivi e su suoli con struttura disturbata, spesso in aree urbane, parchi, piazze. Si è notato che il fungo è diffuso in Europa e Nord America, probabilmente non raro in altre regioni del pianeta.

Commestibilità

Un fungo commestibile poco conosciuto di gusto medio. Alcune fonti lo attribuiscono alla quarta categoria di funghi commestibili. Si consiglia di bollire prima dell'uso.

Specie simili

Si ritiene che grazie a un gambo così sproporzionatamente corto, la Melanoleuca a gambe corte semplicemente non possa essere confusa con nessun altro fungo. Almeno non con i funghi primaverili.

Foto: Alexander.