Foto e descrizione della stella marina a quattro lame (Geastrum quadrifidum)

Starworm a quattro lame (Geastrum quadrifidum)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Phallomycetidae (Veselkovye)
  • Ordine: Geastrales
  • Famiglia: Geastraceae
  • Genere: Geastrum (Geastrum o Zvezdovik)
  • Visualizza: Geastrum quadrifidum
    Altri nomi per il fungo:
  • Ruota a stella in quattro parti
  • Geastrum a quattro lame

Sinonimi:

  • Ruota a stella in quattro parti
  • Geastrum a quattro lame
  • Stella terrestre a quattro lame

Stella marina a quattro lame (Geastrum quadrifidum)

Descrizione

I corpi fruttiferi sono inizialmente chiusi, sferici, di circa 2 cm di diametro, ricoperti da un peridio, lungo tutta la superficie del quale si trovano i fili miceliali; maturo - aperto, 3-5 cm di diametro. Il peridio è a quattro strati, costituito da esoperidio ed endoperidio. L'esoperidio sotto forma di una ciotola, a tre strati o due strati, duro, si rompe dall'alto verso il basso al centro in 4 parti appuntite e disuguali (lobi), piegandosi verso il basso e corpi fruttiferi si alzano sui lobi, come su "gambe". Lo strato miceliale esterno è biancastro, feltro, coperto di particelle di terreno, presto scompare. Lo strato fibroso medio è bianco o isabella, liscio. Lo strato carnoso interno è bianco, anch'esso lacerato in 4 parti, con le estremità appuntite che poggiano sulle estremità appuntite delle lame dello strato esterno, presto scompare. La base è convessa. Il centro si alza insieme alla parte interna del corpo fruttifero: la gleba. La gleba sferica o ovale (ovoidale) è ricoperta di endoperidio, alta 0,9-1,3 cm e larga 0,7-1,2 cm. Alla base con una gamba appiattita, su cui si restringe l'endoperidio e si forma una sporgenza arrotondata ben visibile (apofisi), all'apice si apre con un'apertura, che è dotata di un peristoma basso. Il peristoma è conico, fibroso, con un cortile nettamente limitato, liscio fibroso-ciliato, attorno al quale è presente un anello chiaro. Il gambo è cilindrico o leggermente appiattito, alto 1,5-2 mm e spesso 3 mm, biancastro. La colonna è di cotone idrofilo, di sezione grigio-marrone chiaro, lunga 4-6 mm. Il suo esoperidio si rompe più spesso in 4, meno spesso in 4-8 lobi appuntiti disuguali, piegandosi verso il basso, motivo per cui l'intero corpo fruttifero si solleva sui lobi, come sulle gambe.

Manca la gamba (nel senso tradizionale).

La Gleba è polverosa a maturità, dal nero-viola al marrone. Le spore sono brunastre, chiare o marrone scuro.

Quando vengono premute, le spore volano in tutte le direzioni. Le spore sono marrone oliva.

HABITAT E TEMPO DI CRESCITA

La stella marina a quattro lame cresce principalmente su terreno sabbioso in foreste decidue, miste e di conifere - foreste di pino, abete rosso, pino e abete rosso (tra gli aghi caduti), a volte in formicai abbandonati - da agosto a ottobre, raramente. Registrato in Russia (parte europea, Caucaso e Siberia orientale), Europa e Nord America. Lo abbiamo trovato a sud-est di San Pietroburgo in una foresta mista (betulla e abete rosso) sotto un vecchio abete rosso su aghi all'inizio di ottobre (i funghi crescevano come una famiglia).

GEMELLI

La stella marina a quattro lame ha un aspetto molto particolare ed è sorprendentemente diversa dai funghi di altri generi e famiglie. Simile ad altre stelle marine, ad esempio, la stella marina a volta (Geastrum fornicatum), il cui esoperidio si divide in due strati: quello esterno con 4-5 lobi corti e ottusi e quello interno, convesso al centro, anch'esso con 4-5 lobi; su Zvezdovik coronato (Geastrum coronatum) con esoperidio liscio e coriaceo, che si divide in 7-10 lobi appuntiti grigio-marroni; su Stella Marina orlata (Geastrum fimbriatum) con esoperidi,che è strappato della metà o di 2/3 - da 5-10 (meno spesso fino a 15) lame disuguali; su Zvezdovik a strisce (G. striatum) con esoperidio, che esplode in 6-9 lobi e gleb grigio chiaro; sulla piccola Stella Marina Shmiela (G. schmidelii) con un esoperidio che forma 5-8 lobi e una gleba con naso rigato a forma di becco; su Zvezdovik triple (Geastrum triplex) con un foro fibroso nella parte superiore di un blocco grigio-marrone.

È limitato ai terreni delle foreste di latifoglie e di conifere.