Foto e descrizione della Volvariella setosa (Volvariella bombycina)

Volvariella setosa (Volvariella bombycina)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Pluteaceae
  • Genere: Volvariella
  • Visualizza: Volvariella bombycina (Volvariella setosa)

Sinonimi:

  • Volvariella Bombicin

Volvariella setosa

Volvariella setosa o Volvariella Bombicin (lat. Volvariella bombycina) è il più bel fungo lamellare che cresce sul legno. Il fungo ha preso il nome dal fatto che i funghi di questo genere sono coperti da una sorta di velo - volva. Tra i raccoglitori di funghi, è considerato un fungo commestibile, il che è piuttosto raro.

Il fungo è decorato con un cappello squamoso a forma di campana, che raggiunge un diametro di diciotto centimetri. Il piatto del fungo diventa marrone rosato nel tempo. Il lungo gambo del fungo alla base è notevolmente ingrandito. Le spore ellittiche sono di colore rosa. Lo strato lamellare del fungo nel processo di crescita cambia colore da bianco a rosato.

La volvariella setosa è rara per i raccoglitori di funghi. È comune nelle foreste miste e nei grandi parchi naturali. Un luogo preferito per l'insediamento sceglie tronchi di alberi decidui morti e indeboliti da malattie. Tra gli alberi, la preferenza è data all'acero, al salice e al pioppo. Il periodo di fruttificazione attiva dura da inizio luglio a fine agosto.

A causa del colore e della struttura fibrosa del cappello, questo fungo è molto difficile da confondere con altri funghi. Ha un aspetto molto particolare.

La Volvariela è adatta al consumo fresco previa bollitura preliminare. Il brodo viene scolato dopo la cottura.

In molti paesi, questa specie piuttosto rara di fungo è inclusa nei Red Data Books e negli elenchi di funghi protetti dalla completa distruzione.

Il fungo è noto ai raccoglitori di funghi professionisti, ma poco è noto ai raccoglitori di funghi inesperti e ai raccoglitori di funghi ordinari, poiché si incontra abbastanza raramente.

Alcuni tipi di volvariela possono essere coltivati ​​artificialmente, consentendo di ottenere un buon raccolto di questo tipo di delizioso fungo.