Foto e descrizione del fungo miele rosso mattone (Hypholoma lateritium)

Fungo del miele rosso mattone (Hypholoma lateritium)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Agaricales (Agaric o Lamellar)
  • Famiglia: Strophariaceae
  • Genere: Hypholoma
  • Visualizza: Hypholoma lateritium (fungo del miele rosso mattone)
    Altri nomi per il fungo:
  • Schiuma finta rosso mattone

Altri nomi:

  • Gifoloma rosso mattone

  • Schiuma finta rosso mattone
  • Hypholoma sublateritium
  • Agaricus carneolus
  • Nematoloma sublateritium
  • Inocybe corcontica

Hypholoma latertiium - Falsa schiuma rosso mattone

Descrizione

Cappello: 3-8 centimetri di diametro, sono indicate taglie fino a 10 e anche fino a cm 12. Nei giovani è quasi rotondo, con un bordo fortemente tornito, poi convesso, diventa ampiamente convesso e nel tempo - quasi piatto. Negli aggregati, i cappucci delle false sirene rosso mattone sono spesso deformati, poiché non hanno abbastanza spazio per girarsi. La pelle del cappello è liscia, solitamente secca, umida dopo la pioggia, ma non troppo appiccicosa. Il colore del cappello può essere descritto come "rosso mattone" in generale, ma il colore è irregolare, più scuro al centro e più chiaro (ocra rosato, rosso rosato a rosso vivo, a volte con macchie più scure) sul bordo, soprattutto in giovane età età. negli esemplari più vecchi, il cappello si scurisce in modo uniforme. Sulla superficie del cappuccio, specialmente ai bordi, di regola ci sono sottili "fili" - peli biancastri, questi sono i resti di un velo privato.

Hypholoma latertiium - Falsa schiuma rosso mattone

Piatto: accresciuto in modo uniforme o con una piccola tacca. Frequente, stretto, sottile, con lamine. In funghi molto giovani, biancastri, biancastri o cremosi:

Hypholoma latertiium - Falsa schiuma rosso mattone

Ma presto si scuriscono, acquisendo un colore dal grigio chiaro, dal grigio oliva al grigio, in esemplari maturi - dal grigio-viola al marrone-viola scuro.

Hypholoma latertiium - Falsa schiuma rosso mattone

Gamba: 4-12 cm di lunghezza, 1-2 cm di spessore, più o meno piatto o leggermente ricurvo, spesso si assottiglia in modo significativo verso la base a causa della crescita del grappolo, spesso con un piccolo processo rastremato. Glabra o leggermente pubescente nella parte superiore, spesso con una zona anulare effimera o stabile nella parte superiore. Il colore è irregolare, biancastro in alto, da biancastro a giallastro, ocra chiaro, sfumature brunastre compaiono sotto, dal marrone chiaro al marrone ruggine, rossastro, talvolta con “ammaccature” e macchie gialle. La coscia dei giovani funghi è intera, vuota con l'età.

Hypholoma latertiium - Falsa schiuma rosso mattone

Squillare (la cosiddetta "gonna"): ovviamente assente, ma se si guarda da vicino, nella "zona anulare" in alcuni esemplari adulti, si notano i resti di "fili" di un copriletto privato.

Polpa: soda, non troppo fragile, da biancastra a giallastra.

Odore: nessun odore particolare, fungo morbido e debole.

Gusto... Questo dovrebbe essere detto in modo più dettagliato. Diverse fonti indicano dati molto diversi sul gusto, da "lieve", "leggermente amaro" a "amaro". Non è chiaro se ciò sia dovuto alle caratteristiche di alcune specifiche popolazioni, alle condizioni meteorologiche, alla qualità del legno su cui crescono i funghi, alla regione, oa qualcos'altro.

All'autore di questa nota è sembrato che nelle regioni a clima più mite (le Isole Britanniche, ad esempio), il gusto sia più spesso indicato come "mite, a volte amaro", più il clima è continentale, più è amaro. Ma questo è solo un presupposto, non scientificamente confermato in alcun modo.

Reazioni chimiche: KOH brunastro sulla superficie del cappello.

Polvere di spore: marrone violetto.

Caratteristiche microscopiche: spore 6-7 x 3-4 micron; ellissoidale, liscia, liscia, a parete sottile, con pori impliciti, giallastra in KOH.

Stagione e distribuzione

La falsa schiuma rosso mattone è diffusa in Europa, Asia, America.

Fruttificazione dall'estate (fine giugno-luglio) all'autunno, novembre-dicembre, fino al gelo. Cresce in gruppi e incroci su legno morto, marcio, raramente vivo (su ceppi e vicino a ceppi, su grandi legname, radici morte sommerse nel terreno) di specie decidue, preferisce la quercia, che si trova su betulla, acero, pioppo, alberi da frutto . Secondo i dati della letteratura, raramente può crescere sulle conifere.

Commestibilità

Qui, come per le informazioni sul gusto, i dati sono diversi, contraddittori.

Quindi, ad esempio, alcune delle fonti in lingua russa (ucraina) classificano i funghi miele rosso mattone come funghi non commestibili o come 4 categorie commestibili condizionatamente. Si consiglia di bollire due o tre volte al giorno da 5 a 15-25 minuti ciascuna, con l'obbligo di scolare il brodo e lavare i funghi dopo ogni bollitura, dopodiché il fungo può essere fritto e marinato.

Ma in Giappone (secondo i dati della letteratura), questo fungo è quasi coltivato, chiamandolo Kuritake (Kuritake). Dicono che i cappelli dei funghi di miele rosso mattone dopo l'ebollizione e la frittura in olio d'oliva acquisiscano un sapore di nocciola. E non una parola sull'amarezza (in contrasto con la False Foam giallo-zolfo, che in Giappone si chiama Nigakuritake - "Bitter kuritake" - "Bitter kuritake").

Tossicità

Crudi o non sufficientemente cotti, questi funghi possono causare disturbi gastrointestinali. Pertanto, molte fonti di lingua inglese sconsigliano di provare il fungo di miele rosso mattone crudo, anche a scopo di identificazione, e se lo provi, in nessun caso ingerirlo.

Non ci sono dati affidabili sulle tossine identificate. Non ci sono informazioni su eventuali avvelenamenti gravi.

Dalla storia della tassonomia

Quando Jacob Christian Schaeffer descrisse questa specie nel 1762, la chiamò Agaricus Lateritius. (La maggior parte dei funghi lamellari era originariamente collocata nel genere Agaricus all'inizio della tassonomia dei funghi.) Più di un secolo dopo, nel suo libro Der Führer in die Pilzkunde, pubblicato nel 1871, Paul Kummer trasformò la specie nel suo attuale genere Hypholoma.

I sinonimi per Hypholoma lateritium includono un elenco abbastanza ampio, tra cui dovrebbe essere chiamato:

  • Agaricus lateritius Schaeff.
  • Agaricus sublateritius Schaeff.
  • Agaricus pomposus Bolton
  • Pratella lateritia (Schaeff.) Gray,
  • Deconica squamosa cooke
  • Hypholoma sublateritium (Schaeff.) Quél.
  • Naematoloma sublateritium (Schaeff.) P. Karst.

Negli Stati Uniti, la maggior parte dei micologi preferisce il nome Hypholoma sublateritium (Schaeff.) Quél.

Nella tradizione di lingua russa si sono affermati i nomi "Fungo miele rosso mattone" e "Fungo miele rosso mattone".

È necessario capire: la parola "fungo del miele" nei nomi in lingua russa dei falsi calabroni non ha nulla a che fare con i veri funghi (Armillaria sp), non sono nemmeno "parenti", queste specie appartengono non solo a generi diversi, ma anche alle famiglie. Qui la parola "melata" equivale a "melata" = "crescente su ceppi". Attenzione: non tutto ciò che cresce sui ceppi sono funghi di miele.

Etimologia

Hypholoma (Gifoloma), il nome del genere, tradotto approssimativamente significa "funghi con fili" - "funghi con fili". Questo può essere un accenno di un velo parziale filamentoso che collega il bordo del cappello allo stelo, coprendo le piastre in corpi fruttiferi molto giovani, sebbene alcuni autori ritengano che questo sia un riferimento a rizomorfi filamentosi (fasci di micelio basale, ife) che sono visibili alla base dello stelo.

L'epiteto specifico lateritium e il suo sinonimo sublateritium meritano una spiegazione. Sub significa semplicemente "quasi", quindi è abbastanza semplice; laterizio - colore mattone, ma poiché i mattoni possono essere di quasi tutti i colori, questo è forse il nome più descrittivo nel regno dei funghi; tuttavia, il colore del cappuccio dell'agarico di miele rosso mattone è probabilmente molto vicino a quello che la maggior parte delle persone considera "rosso mattone". È stato quindi adottato il nome specifico Hypholoma lateritium, più che rispondente a tutti i requisiti.

Specie simili

Falsa schiuma giallo-zolfo (Hypholoma fasciculare)

Falsa schiuma giallo-zolfo (Hypholoma fasciculare)

I giovani falsi suini giallo-zolfo sono infatti molto simili a quelli giovani rosso mattone. E può essere abbastanza difficile distinguerli: le specie si sovrappongono per regione, ecologia e tempo di fruttificazione. Entrambi i tipi possono avere un sapore altrettanto amaro. Devi guardare i piatti degli adulti, ma non i funghi invecchiati e non secchi.Nel piatto giallo-zolfo sono giallastri-verdastri, "giallo-zolfo", nel rosso mattone sono grigi con sfumature violacee e violacee.

Fungo del miele lamellare grigio (Hypholoma capnoides)

Fungo del miele lamellare grigio (Hypholoma capnoides)

Sembra rosso mattone in modo molto condizionale. Il grigio-lamellare ha placche grigie, senza sfumature giallastre nei giovani funghi, che è registrato nel nome. Ma la principale caratteristica distintiva è il luogo di crescita: solo sulle conifere.

Video sul fungo Miele fungo rosso mattone:

Foto: Gumenyuk Vitaly e dalle domande in Riconoscimento.