Foto e descrizione dell'euforbia (Lactarius volemus)

Latte rosso-marrone (Lactarius volemus)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Incertae sedis (undefined)
  • Ordine: Russulales
  • Famiglia: Russulaceae (Russula)
  • Genere: Lactarius (Miller)
  • Visualizza: Lactarius volemus (Euphorbia)
    Altri nomi per il fungo:

  • Amante del latte

Sinonimi:

  • Euforbia

  • Euforbia

  • Galorrheus volemus
  • Lactifluus volemus
  • Amanita lactiflua
  • Lactarius lactifluus
  • Lactifluus edematopus
  • Lactarius oedematopus
  • Lactarius ichoratus
  • Galorrheus ichoratus
  • Lactifluus ichoratus
  • Lactarius testaceus
  • Miller è il migliore (a proposito, il nome micologico ufficiale in lingua russa)
  • Cuscinetto (Bielorusso - Padareshnik)

Euforbia

Lactarius volemus (Fr.) Fr., Epicr. syst. mycol. (Upsaliae): 344 (1838)

Descrizione

Cappello con un diametro di 5-17 (fino a 16) cm, convesso in gioventù, poi prostrato, possibilmente pressato al centro, e anche fino a concavo. Il bordo del cappuccio è dritto, sottile, affilato, prima rimboccato, poi raddrizzato e persino rialzato. Il colore è bruno-rossastro, bruno-brunastro, in rari casi, ruggine o buffy chiaro. La superficie è inizialmente vellutata, poi liscia e asciutta. Spesso screpolato, soprattutto in condizioni asciutte. Non c'è colorazione zonale.

Polpa: Bianco, giallastro, molto carnoso e denso. L'odore è descritto in vari modi, principalmente come un odore di aringa (trimetilammina), che aumenta con l'età, ma esistono anche associazioni più interessanti, ad esempio con i fiori di pera [2], o per niente indicate [1]. Il sapore è morbido, gradevole, abboccato.

LP tonalità della pelle frequenti, da aderenti a debolmente discendenti, cremose o calde, spesso biforcute alla gamba. Ci sono piastre accorciate (piastre).

Succo di latte abbondante, bianco, che diventa marrone e si ispessisce nell'aria. Per questo motivo, questo tipo di lattario diventa marrone e tutto il resto se danneggiato: polpa, piatti.

Gamba 5-8 (fino a 10) cm di altezza, (1) 1,5-3 cm di diametro, duro, spesso fatto, del colore del cappello, ma leggermente più chiaro, liscio, può essere ricoperto da una sottile pubescenza, che sembra gelata , ma non si sente al tatto ... Spesso rastremato verso il basso.

Polvere di spore bianca.

Controversia vicino a sferico, secondo [2] 8,5-9 x 8 µm, secondo [1] 9-11 x 8,5-10,5 µm. L'ornamento è a forma di colmo, alto fino a 0,5 µm, formando una rete quasi completa.

Habitat

Si verifica da luglio a ottobre. Uno dei primi lattai. Cresce nelle foreste di latifoglie, miste e di abete rosso (secondo [1] - in generale in tutte le foreste). Secondo [2] forma la micorriza con la quercia (Quercus L.), il nocciolo comune (Corylus avellana L.) e l'abete rosso (Picea A. Dietr.).

Specie simili

Data la "potenza" di questo fungo e l'abbondante succo di latte dolciastro brunastro, forse, non ha specie simili. Il lattico più simile a lui è, forse, il lattico igroforoide - Lactarius hygrophoroides, ma si distingue facilmente per il suo succo lattiginoso non marrone e per i piatti rari. Abbastanza condizionatamente, la rosolia (Lactarius subdulcis) può essere attribuita a specie simili, ma è a polpa sottile e snella. Lo stesso vale per il lactarius arancione (Lactarius aurantiacus = L. mitissimus), non è solo piccolo e sottile, ma anche tardivo, non si sovrappone in termini, sebbene cresca esattamente negli stessi biotopi con l'abete rosso.

Commestibilità

Un fungo commestibile che può essere consumato crudo. È buono sotto sale crudo o in salamoia, senza alcun trattamento termico. Non mi piace in un'altra forma a causa della polpa "di legno", anche se, dicono, il caviale di funghi è buono da esso. Lo cerco in modo specifico e intenzionale, per amore di un ambasciatore crudo.

Riferimenti

1) Verbeken, A. & Vesterholt, J. 2008. Lactarius. - In: Knudsen, H. & Vesterholt, J. (a cura di): Funga Nordica, 82-107.

2) Flora della Bielorussia. Funghi. In 7 volumi. Volume 1. O.S. Gapienko, Ya.A. Shaporova, 2012, Boletales. Amanitales. Russulales.

Video sul fungo Euphorbia: