Boletus purple (Boletus purple) (Boletus purpureus) foto e descrizione

Boletus viola (Boletus purpureus)

Sistematici:
  • Dipartimento: Basidiomycota (Basidiomycetes)
  • Suddivisione: Agaricomycotina
  • Classe: Agaricomycetes (Agaricomycetes)
  • Sottoclasse: Agaricomycetidae
  • Ordine: Boletales
  • Famiglia: Boletaceae
  • Genere: Boletus (Borovik)
  • Visualizza: Boletus purpureus (Boletus purple (Boletus purple))

o

Boletus viola

Boletus viola (Boletus purpureus)

Crediti fotografici: Felice Di Palma

Descrizione:

Il cappello ha un diametro da 5 a 20 cm, sferico, quindi convesso, i bordi sono leggermente ondulati. La pelle è vellutata, secca, leggermente mucosa con tempo umido, leggermente grumosa. La colorazione è irregolare: su fondo grigiastro o grigio oliva, zone rosso bruno, rossastre, vino o rosa, alla pressatura si ricopre di macchie blu scuro. Spesso mangiato dagli insetti, la polpa gialla può essere vista nei punti danneggiati.

Lo strato tubolare è giallo limone, poi giallo verdastro, i pori sono piccoli, rosso sangue o rosso arancio, blu scuro quando vengono pressati.

Polvere di spore oliva o marrone oliva, dimensioni delle spore 10,5-13,5 * 4-5,5 micron.

La gamba è alta 6-15 cm, diametro 2-7 cm, prima tuberosa, poi cilindrica con ispessimento clavato. Il colore è giallo limone con una fitta maglia rossastra, blu nerastro se pressato.

La polpa è soda in giovane età, giallo limone, quando danneggiata diventa istantaneamente nero-blu, poi dopo molto tempo acquista una tinta vinosa. Il sapore è dolciastro, l'odore è fruttato acido, debole.

Propagazione:

Il fungo è piuttosto raro. Distribuito in Russia, Ucraina, paesi europei, principalmente in luoghi con clima caldo. Predilige terreni calcarei, più spesso nelle regioni collinari e montuose. Trovato in boschi di latifoglie e misti accanto a faggi e querce. Fruttificazione giugno-settembre.

Somiglianza:

Assomiglia alle querce commestibili Boletus luridus, Boletus erythropus, così come il fungo satanico (Boletus satanas), il bellissimo dolore amaro non commestibile (Boletus calopus), il dolore dalla pelle rosa (Boletus rhodoxanthus) e alcuni altri dolori con un simile colore.

Valutazione:

Velenoso se crudo o poco cotto. Nella letteratura occidentale, è posizionato come immangiabile o velenoso. A causa della rarità, è meglio non collezionare.