Metodi di conservazione dei funghi

I funghi sono senza dubbio un prodotto molto gustoso e nutriente. Ma non dovresti nemmeno dimenticare il pericolo. Quando si raccolgono funghi per l'inverno, è necessario scegliere metodi che garantiscano la completa sigillatura del contenitore. Alcune massaie si limitano a friggere i funghi (anche senza sale!), Metterli in barattoli di vetro e riempirli d'olio. Questa non è una buona opzione: a causa dell'ossidazione dei grassi, i funghi avranno un sapore sgradevole. E questa non è la cosa peggiore! Tali funghi non costano nulla per avvelenare seriamente. Dopotutto, uno strato di olio e l'assenza di ossigeno sono un ambiente favorevole per la crescita delle spore dei microbi botulinici, che producono un veleno mortale. Dovresti essere consapevole che queste spore non possono essere completamente eliminate lavando, bollendo o friggendo. Alcuni di loro rimarranno ancora sui funghi posti nel barattolo. L'intero compito non è provocare la loro attivazione. Per fare ciò, è necessario monitorare attentamente la sterilità di contenitori e coperchi. Altrimenti, il botulismo non può essere evitato.

Modi sicuri per conservare i funghi:

1) Funghi congelati deve essere conservato nel congelatore in sacchetti di pellicola trasparente. Allo stesso tempo, non importa con quale tecnologia sono stati congelati: freschi o precotti. Il congelamento consente di preservare il gusto e le proprietà benefiche dei funghi per 12 mesi. Cioè, le scorte dovrebbero essere sufficienti fino all'inizio della nuova stagione.

2) Funghi secchi trattengono anche tutte le vitamine e i minerali, ma sono piuttosto capricciosi in termini di condizioni. Devono essere conservati in imballaggi di carta o stoffa in un luogo asciutto, ben ventilato e non troppo freddo. Vale la pena ricordare che i funghi secchi assorbono perfettamente gli aromi estranei, quindi si consiglia di conservarli separatamente da aglio, cipolle, condimenti e spezie. In media, i funghi secchi possono essere utilizzati in sicurezza per due anni. Ma va tenuto presente che con una lunga durata, la quantità di proteine ​​al loro interno diminuisce.

3) Funghi sott'aceto deve essere conservato in un sottopavimento, cantina, frigorifero o seminterrato, cioè in un luogo sufficientemente freddo e buio. Il contenitore deve essere solo di vetro e i coperchi devono essere di metallo (con rivestimento alimentare per proteggere il contenuto, altrimenti il ​​rischio di avvelenamento aumenta molte volte) o anche di vetro. Dovrebbero adattarsi perfettamente al barattolo e non far entrare aria dall'esterno. Con i coperchi di vetro, le marinate vengono conservate più a lungo, fino a due anni, mentre il metallo limita questo periodo a solo un anno. Questo fatto è abbastanza comprensibile: il contenuto della lattina reagisce al metallo molto più velocemente che al vetro. Cioè, i funghi iniziano a secernere tossine pericolose per la vita, è fortemente sconsigliato mangiare cibo in scatola.

4) Funghi salati può essere conservato in vari contenitori. Ad esempio, una botte di rovere, una pentola smaltata o un barattolo di vetro. Per la sicurezza del prodotto, è necessaria l'oppressione. I funghi devono essere completamente immersi nel liquido (salamoia). Il posto migliore per conservare i sottaceti ai funghi è una cantina o un frigorifero e la temperatura ottimale va da + 5 a + 6 gradi. Anche le temperature sotto lo zero non fanno paura per loro, quindi i barattoli di funghi vengono spesso posizionati direttamente sul balcone. Ma vale sempre la pena ricordare che i funghi raccolti con questo metodo si deteriorano molto rapidamente. Pertanto, è necessario mangiarli rapidamente, fino a quando gli spazi vuoti fatti con cura non sono coperti di muffa. Bene, e non salare troppi funghi.

5) Caviale di funghi conservato in un luogo fresco e in vetreria sterile. Non è difficile preparare questa prelibatezza. Si frigge nell'olio fino a completa evaporazione del liquido e subito, senza attendere il raffreddamento, si adagia nei contenitori. Dall'alto, tutto viene versato con olio vegetale caldo e chiuso con coperchi. Quindi le banche devono essere sterilizzate.Per questo, sono adatti piatti di metallo con un collo abbastanza largo (ad esempio una casseruola o una ciotola con i lati alti). In fondo, devi mettere un tovagliolo di stoffa, versare acqua calda, mettere dei barattoli di caviale e aggiungere altra acqua in modo che il suo livello raggiunga il livello del caviale. Quindi portare il liquido a ebollizione. Il tempo di sterilizzazione dipende dal volume del contenitore. Ad esempio, per un barattolo da mezzo litro, cinque minuti sono sufficienti, ma un contenitore da un litro deve essere sterilizzato per almeno dieci minuti. Quindi i coperchi sono strettamente attorcigliati e le lattine di caviale vengono inviate a raffreddare in un luogo caldo. Non è necessario sterilizzare il caviale di funghi, ma poi puoi conservarlo solo in frigorifero. Questo pezzo in lavorazione tollera anche le dure condizioni del congelatore. Ma questa opzione ha le sue sottigliezze: salare un bel po '(un cucchiaino da cinque litri) e metterlo in un contenitore di plastica, che, a differenza del vetro, non teme le basse temperature.

6) Per polvere di funghi un contenitore ermetico in metallo o vetro è il più adatto: gli indicatori di umidità non cambiano, quindi la polvere manterrà le sue proprietà benefiche e il gusto dei funghi per lungo tempo senza impurità. Questo tipo di pezzi "ama" l'oscurità, l'umidità non superiore al 75% e la temperatura dell'aria 18 ° - 20 ° С. Un po 'peggio per conservare la polvere sono la carta da imballaggio con uno strato aggiuntivo di pergamena, carta laminata o cellophane. In essi, il contenuto di umidità della polvere cambia nel tempo. Ad esempio, dopo quattro mesi, aumenta del 15-30% e dopo sei mesi di conservazione diminuisce nuovamente del 13-16%.

Sommario

Esistono quindi diverse tecnologie per la conservazione dei funghi, ma quelle che prevedono la sterilizzazione del contenitore e del suo contenuto sono più sicure. Inoltre, con questo trattamento, i funghi mantengono il loro valore nutritivo e acquisiscono addirittura un gusto e un aroma particolarmente gradevoli. Le conserve di funghi sono un ottimo modo per ampliare il tuo menu invernale e arricchire la tua dieta con proteine, aminoacidi, vitamine e altre sostanze salutari. Quindi raccogliere i funghi in estate e cercare di conservarli è una decisione saggia e lungimirante.